Come Creare Braccialetti e Collane con Caterinetta a Manovella

Un’idea davvero originale è realizzare degli accessori, tipo una collana o un braccialetto, con la caterinetta, ovvero quell’attrezzo che viene utilizzato per i lavori a maglia che, nella versione meccanica a manovella, rende il tutto più semplice e veloce.

La caterinetta è ciò che fa al caso tuo e se è a manovella ancora meglio, il lavoro sarà più semplice e rapido (non più di qualche minuto). Ma lo sai cos’è una caterinetta? E’ quell’aggeggio, detto anche tricottino, che nei lavori a maglia serve per creare delle cordelle tubolari, le stesse che comporranno i tuoi accessori. Forse si conosce di più quella a mano ma esiste anche quella a manovella.

Una volta scelta la lana adatta (ritorta) puoi cominciare il lavoro; il video che ho allegato è molto chiaro e spiega passo per passo ciò che devi fare affinché un’estremità del filo di lana passi prima attraverso la guida inferiore (situata a lato della caterinetta) e poi attraverso quella superiore. Una volta che il filo è passato tra le due guide, lo devi inserire nel tubo centrale, praticamente a testa in giù fino a quando non esce da sotto. Ecco, questo è il primo importante step.

Ora puoi cominciare a muovere la manovella, lentamente. La manovella si muove solo in avanti e facendolo devi stare molto attenta agli aghi che si trovano in cima al tubo; ciò che devi fare (il momento più delicato di tutta l’operazione) è riuscire a far agganciare il filo al primo ago, saltare il secondo ago facendo passare il filo dietro, agganciare il terzo e il quarto no, come per il secondo. Mentre fai questi passaggi tieni il filo sotto piuttosto teso, tirato.

Terminato anche questo secondo step, fai un piccolo cappio all’estremità del filo che fuoriesce sotto, dal tubo e agganciaci il pesetto, in modo che il filo resti ben tirato. A questo punto puoi cominciare a coinvolgere tutti e quattro gli aghi, girando la manovella. Ricorda che inizialmente la manovella deve girare lentamente, con calma, altrimenti il fio potrebbe uscire da una delle linguette degli aghi (e ricorda che le linguette devono essere rivolte sempre verso il basso!). Una volta che il lavoro è avviato e dal tubo inizia a uscire la corda tubolare puoi accelerare il movimento.

Ora sta a te decidere quanto vuoi fare lunghi i tuoi accessori; puoi ad esempio fare una collana a doppio o triplo giro, quindi la cordicella sarà più lunga oppure limitarti a un giro solo, quindi più corta. L’importante è che mentre giri la manovella controlli sempre il peso; se questo è arrivato piuttosto in basso, quasi a terra, lo togli e lo riaggangi più in alto, facendo sporgere un cappietto dalla lana. Una volta che hai raggiunto la lunghezza desiderata, taglia con la forbice l’altra estremità del filo (quella che entrava nel tubo, per intenderci).

Ora hai la tua corda tubolare; come fare ad unirla per creare la collana? Un’idea potrebbe essere quella di prendere un piccolo lembo di stoffa, piuttosto resistente, e cucirlo sopra le due estremità, a mo’ di chiusura. Oppure applicarci sopra un bottone. Sta a te decidere. L’importante è che la saldi bene per evitare sfilacciature o peggio la rottura. Lo stesso procedimento seguirai poi per il braccialetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *