Come Migliorare il Proprio Palleggio a Basket

Se giochi a basket la cosa fondamentale e imprescindibile che occorre saper fare è “palleggiare”. I migliori playmaker fanno pratica per ore in esercizi di ball handling per migliorare il controllo di palla e la sensibilità delle mani. Ecco le nozioni base ed alcuni semplici esercizi che vi aiuteranno a migliorare.

Prima di tutto va specificato che un buon palleggio comporta ovviamente il movimento della mano, con
una frustata del polso, ed una postura corretta, ossia schiena dritta e gambe piegate (nel gergo:
“posizione fondamentale”).
Il braccio che non palleggia deve essere sempre a protezione della palla. Il palleggio va fatto con i polpastrelli e non con il palmo. Spingete con l’avambraccio se vi serve più spinta.
Ancora una cosa molti importante: non guardate mai la palla, ma guardate davanti a voi. Dovete imparare a guardare gli avversari e il gioco senza perdere il pallone. Non preoccupatevi se allenandovi in questo modo inizialmente perderete molti palloni, con il tempo l’esercizio acquisirete maggior sensibilità e controllo del corpo e del pallone.

Esercizi con un pallone: Sedersi in terra palleggiando e rialzandosi sempre palleggiando, poi cambiare mano.
Palleggiare poi a “otto” tra le gambe alternando pochi palleggi lenti a tanti palleggi veloci, ricordandosi ogni tanto di invertire il senso.
Infine un esercizio di gruppo: tenendo il palleggo attivo e guardando fisso l’allenatore (e non la palla!) correte palleggiando nella direzione che indica con le mani l’allenatore. Correre in avanti,
all’indietro, scivolamento a sinistra e a dx con variazioni ogni 2 o 3 secondi… Farlo per 30 secondi
con una mano e 30 con l’altra.

Esercizi con 2 palloni: correte attorno al campo palleggiando con due palloni battendoli a terra
contemporaneamente per il lato lungo del campo, batteteli invece in modo alternato nei lati corti.
Se volete aumentare la difficoltà nei cambi di direzione invertite i palloni con un palleggio frontale e uno dietro schiena. Altre opzioni: rifare tutto ma correndo all’indietro oppure facendo tratti palleggiando più basso e con una frequenza più alta.

Ricordarsi che gli esercizi vanno fatti costantemente, almeno una volta alla settimana, altrimenti nel tempo si perde la sicurezza e l’istintività che avrete acquisito.
Molti importante: non accontentatevi, e con il passare del tempo aumentate la velocità di esecuzione degli esercizi… e se siete stanchi e poco lucidi, quello è il momento migliore per stringere i denti e impegnarsi di più!
Mezz’ora sola a settimana e nessuno vi ruberà più la palla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *